giovedì , 30 Maggio 2024
  • Per la critica della resistenza

    → English Nel passato più e meno recente, in Italia, l’invocazione alla “resistenza” è risuonata in mobilitazioni diverse. È risuonata nel giugno 1960, nella rivolta contro il convegno nazionale dell’MSI, partita da Genova e poi estesa in tutta la penisola. Dietro lo slogan “ora e sempre resistenza”, che portò alla caduta del governo Tambroni, non c’era solo la difesa dell’assetto costituzionale democratico, ma si intravedeva un nuovo soggetto operaio che con le sue lotte avrebbe contrassegnato il ventennio successivo. Anche …

    continua a leggere
  • L’Europa in guerra: combattere il militarismo nella Terza guerra mondiale

  • Organizzare l’insorgenza nella stabilità impossibile: verso il TSS meeting di Bologna

  • Fare la cosa giusta anche se si è dalla parte sbagliata

    Intervista a Yeheli Cialic – Mesarvot Qualche settimana fa abbiamo organizzato una discussione pubblica con Yeheli Cialic, membro Mesarvot, un collettivo di giovani israeliani che fanno renitenza alla leva obbligatoria, e membro del Partito Comunista israeliano. Dal 7 ottobre in avanti abbiamo avviato con i compagni e le compagne di Mesarvot diversi confronti. Con Sofia Orr, che in questo mese, assieme a Tal Mitnick e Bern Arad, sta scontando con il carcere il suo rifiuto politico di arruolarsi in un …

    continua a leggere
  • Sciopero in West Bank

  • Dopo gli Imperialismi: possibilità e problemi di una politica transnazionale di pace

  • Sciopero in West Bank

    di TRANSNATIONAL SOCIAL STRIKE Il 21 aprile è stato organizzato uno sciopero generale che ha coinvolto numerose città della Cisgiordania per opporsi ai violenti attacchi del governo israeliano, del suo esercito e dei colonialisti contro i palestinesi. Traduciamo e ricondividiamo le parole di M., un cittadino palestinese di Nablus che ha partecipato attivamente allo sciopero, pubblicate in inglese sul sito del Transnational Social Strike Platform. L’intervento mostra chiaramente come gli effetti devastanti dell’occupazione israeliana e della guerra contro Gaza si …

    continua a leggere
  • Il Regno Unito nell’Europa in guerra

  • Studenti proletari per Gaza. Intervista dall’accampamento CUNY di New York

  • Il Pride, le divise e il demone dell’inclusività. Uno sguardo strabico contro la tradizione

    di MALOCCHIO MOODY Seguo con qualche interesse il dibattito sulla partecipazione dell’associazione di poliziotti arcobaleno al Pride bolognese, che però mi sembra mancare il punto. Politicamente non condivido la posizione racchiusa nello slogan «il Pride è di tutt*» ma al tempo stesso è veramente difficile non registrare che le cose stiano poi effettivamente così. Mi viene in mente quando non troppi anni fa un rifugiato intervenne dal palco del Pride nella democratica Bologna e fu contestato dalle prime file del …

    continua a leggere
  • Iconografie cinesi

  • I dolori del giovane Renzi

  • A Contribution to the Critique of Resistance

    → Leggi l’editoriale in italiano In more or less recent times, the call for “resistance” has echoed throughout different mobilizations in Italy. It resonated in June 1960, during the revolt against the national convention of the neofascist Italian Social Movement (MSI) party, which started in Genoa and spread throughout the peninsula. Behind the slogan “Now and forever resistance”, which led to the fall of the Tambroni government, there wasn’t just the defense of the democratic constitutional order, but a glimpse …

    continua a leggere
  • Europe at War: Fighting Militarism in the Third World War

  • Organizing the uprising amidst the impossible stability: towards the TSS meeting in Bologna