lunedì , 22 Aprile 2024

strike the war

Non c’è pace senza lotte femministe!

di ASSEMBLEA PERMANENTE CONTRO LA GUERRA L’8 marzo noi, Assemblea permanente contro la guerra, sciopereremo, manifesteremo e ci organizzeremo insieme a milioni di donne e di queer in rivolta contro il patriarcato. Ovunque i movimenti femministi stanno facendo dell’opposizione al genocidio in Palestina una parola d’ordine. Ovunque le lotte femministe contestano la militarizzazione della società e i suoi effetti causati …

continua a leggere

Appello per un’assemblea online contro la guerra e la sua logica, per una politica transnazionale di pace (24 febbraio, ore 16)

di ASSEMBLEA PERMANENTE CONTRO LA GUERRA → English In occasione del secondo anniversario dell’invasione russa dell’Ucraina, invitiamo tutti a un’assemblea online per discutere collettivamente la nuova fase che ci troviamo ad affrontare. Mentre nella Striscia di Gaza si consuma un massacro quotidiano, l’espansione del conflitto e la sua durata indefinita diventano sempre più evidenti: abbiamo bisogno di strategie collettive che rifiutino …

continua a leggere

Sterzare a destra travestiti da agnelli. Sull’approccio tedesco alla guerra, al razzismo e all’antisemitismo

di MARIO NEUMANN via MEDICO INTERNATIONAL Traduciamo e pubblichiamo un intervento di Mario Neumann, a lungo attivista per l’Institut Solidarische Moderne e redattore di Medico International. A partire dalla realtà tedesca, Neumann analizza lo spostamento a destra generale di tutto il quadro politico attraverso il rafforzamento del razzismo nei confronti delle e dei migranti come esito del susseguirsi di pandemia, …

continua a leggere

Rompere le catene coloniali. Intervista a Musaàb Bashir, attivista palestinese

di AFTOLEKSI → English translation by Siyavash Shahabi Traduciamo e pubblichiamo l’intervista della rivista libertaria greca Aftoleksi all’attivista palestinese Musaàb Bashir (traduttore, giornalista ed ex prigioniero politico) sull’attuale situazione a Gaza, sulle cause che l’hanno determinata e sulla prospettiva di un futuro comune unificato. In questa intervista, Musaàb Bashir descrive l’attuale situazione a Gaza come “il peggior ciclo di aggressioni” dal …

continua a leggere

Lo sciopero politico contro la logistica di guerra/2. Intervista ai portuali di Barcellona

di CONNESSIONI PRECARIE In risposta all’appello lanciato dai sindacati palestinesi, la mattina del 10 novembre manifestazioni e scioperi contro l’invio di armi a Israele si sono tenuti in più continenti. Nel Kent in Inghilterra un blocco ha fermato una fabbrica di armi che rifornisce l’esercito israeliano mentre i portuali di Genova, Oakland, Seattle e Sidney organizzavano azioni in contemporanea. Anche …

continua a leggere

Jin, Jiyan, Azadî come nella Palestina libera

Testo originale in farsi, inglese, tedesco e turco Noi firmatarie, che nell’ultimo anno abbiamo gridato Jin Jiyan Azadî, chiediamo la fine del genocidio, chiediamo l’immediato cessate il fuoco ed esprimiamo la nostra solidarietà al popolo palestinese e alla sua lotta di liberazione. Mentre assistiamo al genocidio perpetrato dalle forze di occupazione dello Stato israeliano contro i palestinesi, contro la maggior …

continua a leggere

Contro la violenza e la guerra, dalla parte delle donne e degli uomini palestinesi. Intervista a Issa Amro

di DANA PORTALEONE e FRANCESCA DELLA SANTA Issa Amro è uno storico attivista palestinese e membro di Youth Against Settlement, un’organizzazione non violenta nata nel 2006 ad Hebron che lotta contro l’occupazione israeliana. Hebron, divisa in due aree al suo interno, è il simbolo per eccellenza dell’apartheid israeliana e da anni luogo di attacchi contro i palestinesi per mano dei …

continua a leggere

Lo sciopero politico contro la logistica di guerra. Intervista ai portuali di Genova

di ∫CONNESSIONI PRECARIE → English, Türkçe In risposta all’appello lanciato dai sindacati palestinesi, la mattina del 10 novembre manifestazioni e scioperi contro l’invio di armi a Israele si sono tenuti in più continenti. Nel Kent in Inghilterra un blocco ha fermato una fabbrica di armi che rifornisce l’esercito israeliano mentre i portuali di Oakland, Seattle, Barcellona e Sidney organizzavano azioni …

continua a leggere

Con chi sta il popolo palestinese? Una politica di pace per non soccombere alla guerra

Con chi sta il popolo palestinese? È dal 7 ottobre che ognuno risponde con la sua verità. Sta con Hamas o contro Hamas, sta con la violenza o contro la violenza, vuole uno Stato, due Stati o nessuno Stato, vuole cancellare Israele o lo vuole riportare ai suoi antichi confini, vuole la vendetta o la pace? E mentre le verità …

continua a leggere

Dalla parte degli oppressi. Gaza, Israele e il rifiuto della logica di guerra

Dichiarazione dell’Assemblea Permanente Contro la Guerra del 28.10.2023 Dopo il 7 ottobre siamo stati spinti ancora una volta a schierarci, a decidere se appoggiare il sistema di sfruttamento e violenza del governo israeliano, che dura da tempo, o il massacro condotto da Hamas in nome della liberazione nazionale. I media e tutte le istituzioni che sostengono le politiche israeliane dicono …

continua a leggere