lunedì , 26 Ottobre 2020

Tag Archives: Sindacati

In quale stato versa il padronato italiano? Per una fenomenologia di Confindustria

di LORENZO DELFINO e GIACOMO SALVARANI Dal negazionismo all’economia di guerra. La crisi Il confindustriale è uomo pratico. Un secolo di addomesticamento nel capitalismo italiano ha reso mediocri le sue ambizioni. Decenni di gestione industriale l’hanno trasformato in un individuo refrattario a ogni avventura. Verrebbe perciò da sé credere che quest’abitudine a porsi solo problemi che può facilmente risolvere abbia …

continua a leggere

Lo sfruttamento certificato dal virologo. Scene di lotta di classe nelle imprese italiane

di CAPRIMULGUS Come ormai afferma pure qualche governatore del profondo nord, la fase due è già iniziata e le fabbriche hanno cominciato a riprendere le loro attività. Da «martedì il Veneto non sarà più quello di oggi» ha dichiarato il governatore Zaia, che in realtà il lockdown non l’ha mai voluto, essendo scientificamente convinto che l’epidemia sia causata dalle abitudini …

continua a leggere

Strike the Giant! Organizzazione transnazionale contro Amazon

di TRANSNATIONAL SOCIAL STRIKE PLATFORM Pubblichiamo l’introduzione al giornale realizzato dalla Piattaforma dello sciopero sociale transnazionale in occasione della giornata di lotta contro Amazon organizzata per il Black Friday: Strike the Giant! Transnational Organization against Amazon. Il giornale raccoglie articoli di lavoratori e lavoratrici, attiviste e attivisti da Germania, Spagna, Polonia, Francia e Stati Uniti che discutono insieme come costruire …

continua a leggere

Il diritto di non scioperare troppo, ovvero dello Sciopero Piacevole e Raro

Se un sindacato è serio, non sciopera molto. Abbiamo letto con interesse il comunicato emesso ieri dalle segreterie regionali dei trasporti di CGIL, CISL, UIL della Lombardia, che chiedono a gran voce di dichiarare illegittimi gli scioperi dei sindacati più piccoli. Roma è bloccata ma da Milano, con la voce stentorea del leghismo sindacale, si proclama che il motivo dello …

continua a leggere

Cosa si impara dalle sconfitte? Sulla fine temporanea della vicenda Electrolux

di CAPRIMULGUS Non sappiamo quanto voto operaio sia andato a Matteo Renzi grazie alla sua firma in pompa magna che ha chiuso la vicenda Electrolux. Certo è che, fin dai suoi primi giorni di governo, il nuovo unto dal Signore ha giocato una partita molto più sindacale di quanto possa apparire. Ed è una partita sindacale nella quale alcuni dei …

continua a leggere

Noi siamo la Zanussi. Lotte operaie e strategie sindacali

di DEVI SACCHETTO La situazione all’Electrolux diventa sempre più complicata. La multinazionale svedese che occupa 6500 dipendenti diretti e garantisce il lavoro indiretto ad altri 4000, non arretra di un centimetro dalle sue posizioni volte a incrementare i livelli di profittabilità degli stabilimenti italiani (Forlì, Porcia, Solarolo e Susegana). Fin da novembre le condizioni poste dall’Electrolux erano chiare: occorre tagliare …

continua a leggere

La crisi come problema politico

La crisi sta finendo. O forse no. Non bisogna credere a chi, come se nulla fosse successo, ricomincia lentamente a celebrare le sorti progressive e magnifiche del capitalismo. Non si deve però nemmeno essere indulgenti verso chi prova quasi fastidio di fronte a questa eventualità, affidando al protrarsi della crisi la speranza di improvvisi rivolgimenti politici. È invece importante interrogarsi …

continua a leggere

Grecia: cronaca politica di uno sciopero mancato

di CHRISTOS GIOVANOPOULOS – Dikaioma, network of precarious and unemployed workers, Athens Scioperare ai tempi della Troika? È quello su cui ha apparentemente scommesso Olme, il sindacato dei lavoratori della scuola secondaria greca che, contro la legislazione governativa che aggiunge due ore di lavoro in più a settimana per ogni insegnante, ha annunciato uno sciopero da fare durante gli esami di …

continua a leggere

Stati Uniti: ridisegnando confini sulla pelle dei migranti

di FELICE MOMETTI La «banda degli otto», così è stata chiamata la commissione ad hoc del Senato americano formata da quattro senatori democratici e quattro repubblicani, ha presentato un nuovo disegno di legge sull’immigrazione di 844 pagine. Un lavoro che, ancor prima di essere concluso, veniva già definito, con un’enfasi spropositata, epocale. La presentazione del disegno di legge è stata preceduta …

continua a leggere

Silenzi, apartheid democratico e futuro delle lotte

di CAPRIMULGUS C’erano oltre duemila persone sabato scorso a Bologna alla manifestazione per i diritti dei migranti e l’abolizione della Bossi-Fini. La parte schiacciante dei manifestanti erano i migranti stessi, mentre la presenza italiana era rarefatta per l’assenza delle tradizionali forze politiche e sindacali che, pur in modo contraddittorio, avevano sostenuto i lavoratori migranti negli anni scorsi. Un solco del …

continua a leggere