mercoledì , 30 Settembre 2020

Il punto di vista precario sulla manifestazione Fiom-USB del 9 marzo

Stati Generali della precarietà

Punto di vista precarioLo sciopero e la partecipata manifestazione dei metalmeccanici della Fiom e Usb di venerdì 9 marzo è stata un’occasione per una mobilitazione di opposizione al nuovo governo Monti. […] Le rivendicazioni portate avanti sono tutte condivisibili ma ci appaiono, a noi precari e precarie, parziali e sostanzialmente difensive. […] Al riguardo, abbiamo il fondato sospetto che la sua idea di basic income sia intesa più come un esteso sussidio di disoccupazione condizionato dalla e alla disponibilità di lavoro piuttosto che uno strumento, come interessa a noi precarie e precari, atto a favorire il diritto alla scelta del lavoro, superando così il ricatto irriformabile della precarietà. […] Riteniamo che la battaglia sul reddito deve essere agita in prima persona dai salariati con lavoro stabile così come una battaglia per l’aumento del salario è obiettivo strategico anche per le precarie e i precari. Il punto di vista precario è perciò anche un punto di vista sul salario che manca, che è poco, che è insicuro. È il punto di vista di chi è consapevole del fatto che, essendo sempre più labile il confine tra salariati e precari, non è possibile nessuna difesa del salario come tale. Il punto di vista precario vuole rovesciare il rapporto di potere che vorrebbe sottomettere completamente i salariati ai piani delle imprese…continua a leggere

Download this article as an e-book

Print Friendly, PDF & Email

leggi anche...

Niente carezze ai padroni. Lotte delle operaie e sciopero femminista nel tempo pandemico

Intervista a M. ‒ Non Una di Meno Transterritoriale Marche Abbiamo intervistato M., attivista femminista …