domenica , 17 Novembre 2019
Home » di∫social (page 4)

di∫social

L’incertezza della transizione e le certezze del padrone (o della Salita e discesa del lavoratore)

Il Jobs Act è ormai legge, ma i suoi effetti sono tutt’altro che chiari. In questo momento di transizione che è già un futuro, molte aziende approfittano della confusione generale per decidere quale tipologia contrattuale applicare ai propri dipendenti, lasciando nel frattempo i lavoratori in sospeso, per non parlare di chi oltre al salario vede sospesa in questo modo la …

continua a leggere

Sotto la rossa stella di Venere

di FLORIANO MILESI Durante il discorso di apertura e anche durante quello di chiusura del semestre europeo pronunciati dal nostro premier non sono passati inosservati i riferimenti a Omero. Abbiamo così scoperto che la nostra condizione va dal figlio al padre, da Telemaco a Ulisse. D’altra parte, secondo la lettura di un noto psicanalista italiano, semplificando con l’accetta, la generazione …

continua a leggere

Il vizietto della rude razza sindacale

di CAPRIMULGUS I giovani disoccupati italiani hanno nuove speranze. Riccardo Colletti, segretario della Filcte-Cgil di Venezia, sindacato che tiene insieme chimici, tessili e calzaturieri, ha auspicato che dopo i lauti profitti, le imprese calzaturiere locali inizino ad assumere i lavoratori italiani perché gli stranieri sono disperati e ricattabili. Gli stranieri tutt’al più possono trovare posto tra la bassa manovalanza, buona …

continua a leggere

La morte e la libertà

di COORDINAMENTO MIGRANTI → EN Il 24 aprile del 2013 è crollato un edificio nella zona di Savar, vicino a Dacca, in Bangladesh: 1.129 morti. Erano operai e operaie. È stata la più grave strage mai avvenuta in una fabbrica tessile. Questa fabbrica rifornisce marchi molto famosi: Auchan, Bonmarché, Mango, El Corte Inglés, WalMart e tanti altri. Il 3 ottobre del …

continua a leggere

Scherzi della natura, ovvero la famiglia dell’assessore veneto Donazzan

di GEROLAMO CARDINI Già più di mezzo secolo fa Achille Campanile, in un esilarante testo teatrale intitolato Acqua minerale, metteva in guardia da un uso troppo disinvolto del termine «naturale»: che si tratti di acqua (e dunque contrapposto a «minerale»), di un avverbio (nel senso di «ovvio»), di una relazione affettiva, o perfino di un figlio (nel senso di «non …

continua a leggere

Il paradosso della ricchezza e della povertà

Care italiane e cari italiani oggi vi comunichiamo una bella notizia: siamo ricchi! Come dite? Non è così? Allora siete vittime di quello che «Il sole 24 ore» definisce un paradosso. Riportando quanto scritto in un rapporto della Banca nazionale del lavoro, il valente giornalista del quotidiano di Confindustria si stupisce del fatto che la ricchezza privata sia in aumento, …

continua a leggere

Facciamo quadrato! Razzismo istituzionale e violenza fascista

Che esistano 500 pezzi di un cosiddetto blocco studentesco, con i crani perfettamente a loro agio in via Lombroso, che invece di pensare, come dovrebbero, ai loro viaggi su Marte vogliono vomitare su bersagli facili la propria ignorante frustrazione, è qualcosa di sicuramente disgustoso. Che nella loro sceneggiata tristemente neofascista abbiano coinvolto anche degli studenti è ancor più deprimente. Che nessuno abbia …

continua a leggere

Una giornata particolare. Un sabato di massa a Roma

Vista da lontano, da chi era a casa occupato in faccende quotidiane, la giornata di ieri è stata davvero una giornata particolare, caratterizzata dall’estranea partecipazione di chi segue due eventi che si scrutano da lontano. Se a Firenze l’evento ci sarebbe stato in ogni caso, solo la presenza di massa nelle piazze e nelle strade di Roma ha fatto sì …

continua a leggere

Noleggia un clandestino: lo scandalo e l’antirazzismo dei migranti

di COORDINAMENTO MIGRANTI Siamo di fronte all’ennesimo «scandalo» sull’immigrazione. Un candidato della Lega Nord in Emilia Romagna ha prodotto infatti un video in cui spiega come poter lucrare sui richiedenti asilo. Li chiama clandestini perché, come spesso accade a certe persone, non sanno di cosa parlano. Voleva far ridere, ma non ride nessuno. Ciò di cui parla il simpatico leghista …

continua a leggere

Mos Maiorum: antichi costumi e nuove libertà

di COORDINAMENTO MIGRANTI A inaugurare il semestre di presidenza europea, l’Italia, dopo Mare Nostrum, si mette alla guida di una nuova operazione che dovrebbe rispondere al problema dell’immigrazione clandestina in Italia e in Europa. Lo fa di nuovo con un altisonante nome in latino, Mos Maiorum, che richiama il rigore della tradizione romana e gli antichi costumi di chi vorrebbe …

continua a leggere