domenica , 29 Marzo 2020
Home » ∫connessioni globali (page 10)

∫connessioni globali

Se le nostre vite non valgono, noi scioperiamo!

di TRANSNATIONAL SOCIAL STRIKE PLATFORM → English Dopo la mobilitazione e gli scioperi delle donne dello scorso anno, dopo l’enorme partecipazione delle donne durante l’Inauguration day, negli Stati Uniti e oltre, in molti paesi in tutto il mondo si stanno tenendo incontri pubblici e assemblee che vogliono trasformare i festeggiamenti dell’8 marzo in uno sciopero di massa delle donne. Invitiamo …

continua a leggere

La Women’s March del 21 gennaio vista dall’interno. Una riflessione

di VALENTINA MORO Uno dei vantaggi che comporta affrontare la questione del patriarcato attraverso il racconto del contratto sessuale è che esso rivela che la società civile, compresa l’economia capitalistica, ha una struttura patriarcale. Le capacità che permettono agli uomini ma non alle donne di essere «lavoratori» sono le stesse capacità maschili richieste per essere un «individuo», un marito e …

continua a leggere

Strike in the Usa. Le donne e la globalizzazione dello sciopero

→ English In tutto il mondo lo sciopero è diventato una pratica politica femminista. Il 20 gennaio le donne incroceranno le braccia negli Stati Uniti in occasione dell’insediamento di Donald Trump, prima di attraversare le strade di Washington, il 21 gennaio, con una #womensmarch che si annuncia come una delle più grandi mobilitazioni degli ultimi decenni. Nel frattempo, altre donne …

continua a leggere

Sciopero sociale transnazionale: assemblea a Londra verso lo sciopero migrante del 20 febbraio

Pubblichiamo la traduzione italiana dell’appello lanciato dalla Transnational Social Strike Platform per un’assemblea a Londra, dal 10 al 12 febbraio, verso lo sciopero migrante del 20. Con più di due milioni di migranti europei che stanno subendo l’incertezza della Brexit, con moltissimi migranti non europei che hanno fatto richiesta asilo o lavorano in Gran Bretagna che vivono sulla loro pelle l’inasprimento …

continua a leggere

«Queste femmine ci guastano l’infinito». Appunti femministi a partire dal movimento delle donne «Ni una menos» in Argentina

di GABRIELA RODRÍGUEZ RIAL e CECILIA ABDO FEREZ[1] C’è un discorso dominante all’interno del movimento «Ni una menos»?[2] Sarebbe possibile crearlo, vista l’eterogeneità delle voci presente nelle manifestazioni di piazza e l’incommensurabilità tra le diverse richieste e posizioni, nonché la traduzione interessata che ne fanno numerosi media? Se il femminismo fosse il discorso dominante (o perlomeno avesse la possibilità di …

continua a leggere

Alla vigilia di Trump. Movimenti, conflitti, sciopero e la democrazia come crisi

di FELICE MOMETTI Già si vedono i primi fallimenti dell’antitrumpismo, versione riveduta e corretta dell’italico antiberlusconismo di una quindicina di anni fa. Il riconteggio dei voti, richiesto dalla candidata verde Jill Stein per presunti brogli in Wisconsin, dove Trump ha prevalso su Clinton per soli 22 mila voti, si è concluso con l’assegnazione di 130 voti in più a Trump. …

continua a leggere

Comunicato della Rete Argentina dei Gruppi di Ricerca in Filosofia

Traduciamo e pubblichiamo il comunicato diffuso il 23 dicembre dalla Rete Argentina dei Gruppi di Ricerca in Filosofia, che, nel pieno di una grande mobilitazione che ha portato all’occupazione del Ministero della Scienza e della Tecnologia, denuncia i drammatici tagli alla ricerca pubblica da parte del governo di Mauricio Macri. Dopo la sconfitta elettorale di Cristina Kirchner nel 2015, l’Argentina è entrata …

continua a leggere

Una marea globale in sciopero. Donne e femminismo verso l’otto marzo

→ English Il prossimo 8 marzo ci sarà uno sciopero delle donne e sarà davvero un evento globale. La proposta è stata ispirata dalle donne polacche, lanciata da quelle argentine, abbracciata dalle centinaia di migliaia che in tutto il mondo sono scese in piazza nella giornata contro la violenza maschile sulle donne. Dopo la grandissima manifestazione romana del 26 novembre …

continua a leggere

Deliveroo e UberEATs: organizzarsi nella gig economy nel Regno Unito

di JAMIE WOODCOCK – ricercatore alla London School of Economics → English A Londra la gig economy si sta espandendo rapidamente, in particolare per quanto riguarda la consegna di pasti a domicilio. L’azienda più grande è Deliveroo, con migliaia di fattorini in motorino o in bici sparpagliati in aree diverse, seguita da Uber, con la piattaforma rivale UberEATS. Più di …

continua a leggere

Un intero mondo di insubordinazione del lavoro

→ English Pubblichiamo la traduzione italiana del documento finale del meeting della Transnational Social Strike Platform che si è tenuto a Parigi dal 21 al 23 ottobre scorsi. Centocinquanta persone, lavoratori e attivisti provenienti da Francia, Italia, Regno Unito, Portogallo, Slovenia, Bulgaria, Polonia, Scozia, Svezia, Germania e Belgio hanno partecipato alle tre giornate organizzate dal 21 al 23 ottobre scorsi …

continua a leggere