martedì , 28 marzo 2017
Home » ∫connessioni precarie

∫connessioni precarie

The last Europe. The insubordination of movements and the institutions

→ Italiano On the eve of the 60th anniversary of the Treaty of Rome, and a few days after the second anniversary of the inauguration of the new European Central Bank in Frankfurt – which coincides with the first anniversary of the Agreement between the EU and Turkey on migrants and refugees – it is worth to rethink Europe as …

continua a leggere

L’ultima Europa. L’insubordinazione dei movimenti e le istituzioni

Alla vigilia del 60° anniversario dei Trattati di Roma, e pochi giorni dopo il secondo anniversario dell’inaugurazione della nuova Banca Centrale a Francoforte, che coincide con il primo anniversario dell’entrata in vigore dell’accordo tra UE e Turchia su migranti e profughi, vale la pena ripensare l’Europa come spazio centrale per l’iniziativa politica attuale. Una prima serie di domande riguarda l’occasione: …

continua a leggere

Morto un voucher ce n’è sempre un altro. La precarietà, la CGIL e un governo disperato

di LAVORO INSUBORDINATO Il 2017 non sarà un anno felice per i voucher. La minaccia di un referendum e il timore di ripercussioni politiche hanno stabilito il tempo della loro fine. Privati, aziende e pubblica amministrazione potranno esaurire i voucher già comprati entro il 31 dicembre dell’anno corrente. Dopo la notizia, si è verificato un episodio prevedibile e simpatico. Le …

continua a leggere

Dentro il movimento dello sciopero. Costruire un’infrastruttura politica per le lotte in arrivo

di TRANSNATIONAL SOCIAL STRIKE PLATFORM Pubblichiamo la traduzione italiana del documento conclusivo redatto in seguito all’assemblea della Transnational Social Strike Platform dello scorso 10-12 febbraio a Londra. → English Dal 2008, i movimenti sociali hanno cercato modi per superare i limiti che le rapide trasformazioni in campo economico, sociale e politico ponevano a tutte le forme organizzative. Una varietà di …

continua a leggere

The brilliant strike. Women’s March 8 and the global uprising against neoliberalism

→ Italiano The strike of March the 8th has been the first global uprising against neoliberalism. In order to fully understand its meaning it must be seen from the right distance: who looks at it only from its city or from its part of the march doesn’t see what it’s really happened. Its measure, that is actually its political mismeasure, …

continua a leggere

Lo sciopero geniale. L’8 marzo delle donne e la sollevazione globale contro il neoliberalismo

→ English Lo sciopero dell’8 marzo è stato la prima sollevazione globale contro il neoliberalismo. Per comprenderne appieno il significato esso deve essere guardato dalla giusta distanza: chi lo guarda solo dalla sua città o dal suo spezzone di corteo non vede quello che è veramente accaduto. La sua misura, che in realtà è la sua dismisura politica, sta tutta …

continua a leggere

Vogliamo cambiare tutto. Intervista a Verónica Gago sullo sciopero delle donne in Argentina

di MAURA BRIGHENTI e PAOLA RUDAN Pubblichiamo sul nostro sito ‒ e in contemporanea su euronomade.info ‒ un’intervista a Verónica Gago, compagna Argentina impegnata nel percorso di NiUnaMenos e nell’organizzazione dello sciopero dell’8 marzo. Verónica pratica da tempo quella che in Italia chiamiamo «inchiesta militante», all’interno del Colectivo Situaciones e della casa editrice indipendente Tinta Limón. Nella sua militanza ha …

continua a leggere

Domani è già qui: l’8 marzo e lo sciopero delle donne

Domani è l’8 marzo. Lo sciopero globale delle donne sta irrompendo con una forza senza precedenti in oltre 40 paesi, ma non si tratta semplicemente di un evento. Ormai da mesi l’8 marzo scandisce il tempo di milioni di donne nel mondo, accende la loro immaginazione, suscita il loro desiderio, alimenta la loro ambizione di protagonismo, accresce la loro pretesa …

continua a leggere

Quale privilegio giocarsi. Dell’antirazzismo, della linea del colore e della lotta migrante

di ROBERTA FERRARI e CAROLINA MARELLI Il 16 febbraio negli Stati Uniti decine di migliaia di lavoratori e lavoratrici migranti hanno scioperato e occupato le strade di diverse città americane. Qualche giorno dopo a Londra un percorso nato spontaneamente ha portato all’organizzazione di un altro «One day without us» con cui i migranti minacciati dalla Brexit hanno voluto dire chiaramente …

continua a leggere

Rovesciare l’algoritmo. Si può scioperare nell’epoca delle piattaforme?

di LAVORO INSUBORDINATO La presenza di piattaforme per le consegne a domicilio nell’ambito della ristorazione, soprattutto nelle grandi città, è un fenomeno che esiste già da parecchi anni. Tuttavia, esso è venuto alla ribalta soprattutto negli ultimi mesi, non solo per la crescita esponenziale del servizio, ma anche per la vasta eco prodotta dalle proteste e dagli scioperi dei lavoratori …

continua a leggere