giovedì , 26 Novembre 2020

∫connessioni precarie

25N: la nostra iniziativa femminista dentro e oltre la pandemia

Ciò che le donne stanno vivendo non è una novità, ma la situazione è senza precedenti. Non è una novità che siano considerate essenzialmente destinate alla maternità e alla cura, animate da un irresistibile spirito di abnegazione e inclini al sacrificio di sé. Non è una novità che queste qualità «essenzialmente femminili» siano celebrate socialmente e svalutate economicamente tanto che, …

continua a leggere

Chi ha fermato Donald Trump? Una tragedia promessa finita in farsa e il comando del capitale

di FELICE MOMETTI Sarebbe fin troppo facile raccontarla come un bmovie pensato come drammatico ma che man mano che scorrono le immagini diventa inconsapevolmente comico. Non basta l’uso compulsivo di Twitter per sovvertire le istituzioni. E nemmeno una squadra raffazzonata di avvocati, dalla quale i grandi studi legali si sono tenuti a debita distanza, con a capo il protagonista arrapato …

continua a leggere

29N ‒ Assemblea pubblica di E.A.S.T.: Lotte essenziali contro la violenza patriarcale

di E.A.S.T. – ESSENTIAL AUTONOMOUS STRUGGLES TRANSNATIONAL Il 25 ottobre si è tenuta la prima assemblea pubblica di E.A.S.T. (Essential Autonomous Struggles Transnational), a cui hanno partecipato circa 70 donne, lavoratrici, migranti, attivisti/e da molti paesi: dall’Europa Centro-orientale alla Turchia, dalla Georgia ai Balcani, dall’Italia al Regno Unito, dalla Germania agli Stati Uniti. Partendo dalle diverse condizioni e dalle lotte di …

continua a leggere

Le sfide di uno sciopero essenziale: patriarcato, razzismo e sfruttamento nel settore multiservizi

Intervista a M. – Non Una di Meno Transterritoriale Marche Nel settore multiservizi il 70% sono lavoratrici donne, la maggior parte migranti. Da sette anni non hanno un rinnovo contrattuale e per questo motivo venerdì 13 novembre hanno scioperato. Qualche mese fa abbiamo intervistato M., attivista e lavoratric* della sanificazione, che ci ha raccontato di come la pandemia stava incidendo, …

continua a leggere

Lo sciopero delle donne in Polonia: libertà di abortire, libertà dallo sfruttamento

Intervista a MAGDĄ MALINOWSKĄ e MARTĄ ROZMYSŁOWICZ (Workers’ Initiative, Polonia) → English Pubblichiamo un’intervista a Magda e Marta di Workers’ Initiative sullo sciopero delle donne polacche contro la sentenza del Tribunale costituzionale che ha vietato l’aborto anche in caso di malformazione del feto. Dopo settimane di proteste di massa, il Parlamento ha deciso di ritardare la trasformazione della sentenza in …

continua a leggere

Politicizzare il futuro. I movimenti sociali negli Stati Uniti dopo Trump e prima di Biden

di FELICE MOMETTI Siamo ai titoli di coda dell’horror show del narcisista maligno che ha occupato per quattro anni la Casa Bianca? Si è finalmente scongiurato il pericolo di un regime fascista negli Stati Uniti? Dare un’interpretazione psicoanalitica dei processi sociali e confondere la natura dei regimi fascisti con il populismo autoritario di un presidente o di un’istituzione spesso non …

continua a leggere

Aspettando rivolte: grande è il disordine sotto i Dpcm, ma la situazione è quella che è

Le proteste contro il lockdown che stanno attraversando l’Italia ci restituiscono l’immagine di un paese sull’orlo di una crisi di nervi. Non stupisce allora che in molti, anche nel movimento, si improvvisino psicanalisti che, notoriamente, sono dei pazienti che tendono a curare gli altri per non curare se stessi. Trascinati da un desiderio alla deriva, violentemente attaccato a quell’oggetto sfuggente …

continua a leggere

L’America sognata della middle class

di FERDINANDO FASCE – da «il Manifesto» del 3 novembre 2020 Una trentina d’anni fa uno dei nostri migliori sociologi, Ferruccio Gambino, dedicava un pionieristico contributo alla Classe media come categoria della normalità nella sociologia statunitense (Tensioni e tendenze dell’America di Reagan, a cura di E. Pace, Cedam, 1989). Allargando il quadro, sulle sue orme, in Storia di un feticcio. …

continua a leggere

Sobre «el derecho a gobernar» y el fracaso del proyecto neoliberal chileno

por BRAULIO ROJAS CASTRO → Italiano Durante el tiempo que lleva administrando el poder del Estado el gobierno empresarial de Sebastián Piñera hemos escuchado la monserga, profusamente repetida por los medios de comunicación, de que “tenemos derecho a gobernar”. Lo dijo el diputado Katz recién asumido el Gobierno. Lo espetó hasta el cansancio la ex ministra de Educación, Cubillos, cuando …

continua a leggere

Sul «diritto a governare» e il fallimento del progetto neoliberale cileno

di BRAULIO ROJAS CASTRO → Español Da quando il governo imprenditoriale di Sebastian Piñera detiene il potere, abbiamo sentito ripetere come una litania, ripresa a profusione dai mezzi di comunicazione, lo slogan «abbiamo diritto a governare». Lo ha detto il deputato Katz non appena salito al governo, lo ripete fino allo sfinimento la ex ministra dell’educazione Cubillos, quando la si …

continua a leggere