lunedì , 28 Settembre 2020

La demagogia falsa e quella vera. Dalla parte dei migranti e dei lavoratori.

logomondojpg1La richiesta di moratoria sui permessi e le carte di soggiorno avanzata dal Coordinamento Migranti Bologna e provincia ha ottenuto molta attenzione da parte della stampa e di decine di persone, associazioni e gruppi, che hanno voluto unirsi a questo appello.

Mentre già serpeggia il razzismo nelle tendopoli, la Lega Nord in un maldestro tentativo per far dimenticare i tanti disastri di cui è responsabile, lancia l’allarme extracomunitari nelle tendopoli per bocca del parlamentare Fabio Ranieri di Parma. Tuttavia, mettere i lavoratori gli uni contro gli altri non servirà agli operai del Nord: non è servito prima a evitare i morti e non servirà ora di fronte alla mancanza di lavoro e alle case distrutte.

Non è invece bastato al responsabile immigrazione della CGIL nazionale definire «sciopero etnico» il primo sciopero che ha visto insieme, in Italia, lavoratori italiani e migranti contro il razzismo, contro il ricatto della legge Bossi-Fini e contro la precarietà, il 1 marzo 2010. Oggi, la richiesta urgente di moratoria per i permessi e le carte di soggiorno dei migranti che vivevano o lavoravano nelle zone terremotate, pur di fatto considerata giusta, appare al responsabile funzionario «un po’ demagogica e strumentale»…continua a leggere.

Download this article as an e-book

Print Friendly, PDF & Email

leggi anche...

Niente carezze ai padroni. Lotte delle operaie e sciopero femminista nel tempo pandemico

Intervista a M. ‒ Non Una di Meno Transterritoriale Marche Abbiamo intervistato M., attivista femminista …