martedì , 27 settembre 2016
  • Eastexit

    Senza via d’uscita? L’Europa da Est a Ovest e viceversa

    → English Il risultato del referendum britannico dello scorso giugno ha offerto alle destre il pretesto per vendere a poco prezzo l’illusione di una via d’uscita praticabile dall’Unione europea e dalle sue politiche di austerità. La possibilità di un addio referendario è accarezzata tanto in Francia o in Italia quanto in alcuni paesi dell’Est che, appena un anno fa, hanno invocato la sovranità del proprio popolo per mettere a tacere il «no» greco all’ennesimo memorandum imposto dalla Troika come condizione …

    continua a leggere
  • nuit-debout

    Tempo di sciopero, tempo di sollevazione. La Francia, ovvero l’Europa

  • La democrazia della mobilità

    La democrazia della mobilità contro il governo della democrazia

  • intervista_grappi

    Logistica, la ribellione dei migranti contro lo sfruttamento

    Intervista di ROBERTO CICCARELLI a GIORGIO GRAPPI, pubblicata su «Il Manifesto» del 16 settembre 2016 «La morte dell’operaio egiziano Abd Elsalam Ahmed Eldanf travolto da un tir al picchetto di Piacenza non è frutto del caso o di un incidente. Chi ha seguito le lotte operaie dei lavoratori migranti nella logistica conosce benissimo la violenza esercitata ai blocchi da parte padronale, i tentativi di sfondarli, gli interventi delle forze dell’ordine contro i picchetti – afferma Giorgio Grappi, assegnista di ricerca …

    continua a leggere
  • img_6140

    Campi per «cittadini migranti stagionali»

  • La politica della logistica

    La politica della logistica

  • strike-india

    Un grande sciopero di massa in India: è stato anche generale?

    di G. SAMPATH → English Pubblichiamo un articolo, scritto dal giornalista indiano G. Sampath, sullo sciopero che ha investito l’India il 2 settembre scorso. Anche se i numeri sono stati probabilmente sovrastimati dai sindacati, che hanno dichiarato almeno 180 milioni di scioperanti, l’enorme partecipazione di uomini e donne allo sciopero è stata una potente dimostrazione di forza. Tuttavia, lo sciopero non ha ottenuto una risposta adeguata da parte del governo centrale, che si è limitato a reprimere e offrire un aumento …

    continua a leggere
  • Reve general TSS

    Un appello dalla Francia: costruire lo sciopero sociale transnazionale

  • People pray for calm outside a business in Milwaukee, Sunday, Aug.14,2016. The business was burned during unrest after a police shooting that killed a man Saturday. (AP Photo/Jeffrey Phelps)

    Black lives al bivio tra istituzionalizzazione e rivolta

  • Fertilità

    La fertilità neoliberale e il desiderio delle donne

    di PAOLA RUDAN A quanto pare le intenzioni di Beatrice Lorenzin sono state fraintese. Di fronte alle proteste, all’indignazione e alla rabbia suscitate dalla campagna pubblicitaria che annuncia il Fertility Day la ministra si è affrettata a correggere il tiro. Il Fertility Day, però, non è una trovata estemporanea e nemmeno si riduce a un pacchetto pubblicitario di cartoline, slogan e videogiochi di dubbio gusto. Dietro alla giornata-evento – che già nel nome e non a caso si richiama al …

    continua a leggere
  • Performance_Butler

    L’etica corporea della precarietà. La performance moderna di Judith Butler

  • Toffanin

    L’altra metà del made in Italy

  • strike-india

    A huge mass strike in India: was that general?

    by G. SAMPATH → Italian We publish an article written by the Indian journalist G. Sampath concerning the last countrywide strike in India on September 2nd. Even if the numbers were probably overestimated by trade unions, declaring a participation of no less than 180 million, the huge amount of people, men and women, who went on strike was a powerful show of strength. Nevertheless, this did not elicit much reaction from the central government, apart from repression and a ridiculous …

    continua a leggere
  • Eastexit

    No way out? Europe from East to West and vice versa

  • Regime del salario EU_FR

    The European Regime of Wage 2. The loi travail and the government of precarization

  • Scene di movimento di classe in Francia

    Scene di movimento di classe in Francia

    di FELICE MOMETTI, da Communia network La politica e il conflitto sociale, per fortuna, non procedono per imperativi categorici. Anzi ogni volta che se ne proclama uno come necessario si ottiene l’effetto contrario. Da qualche anno nella esangue sinistra italiana c’è la moda del «fare come». Fare come la Grecia, fare come Syriza, fare come Podemos, fare come Barcelona en comù e via di questo passo a seconda della posizione che si occupa nella ormai piccola costellazione di quella che viene …

    continua a leggere
  • Funambolo

    Globalizzazione e crisi. Il lavoratore multinazionale

  • Chinese Workers Centres

    Dentro i workers’ centres di Chinatown

  • Alfano nell'acquario

    Alfano nell’acquario, i migranti prendono il largo

    La politica dell’accoglienza del governo Renzi è il Jobs act di profughi e richiedenti asilo. Alfano non poteva darne prova migliore con la sua idea di «centri di collocamento» in mare. Sì, perché questo sarebbero gli hotspot galleggianti che Angelino vorrebbe installare in mezzo al mare per smistare i profughi, scremare i migranti economici e selezionarli. Non ci scandalizza certo la fantasia di Alfano, né la faccia tosta del Commissario europeo per la migrazione che la trova «interessante». È però …

    continua a leggere
  • I migranti indicano la luna

    Latina: i migranti indicano la luna

  • Agente Orange

    L’agente orange!